onorato informatica e croce rossa per sostenere vittime terremoto

A seguito del violento terremoto che ha colpito il centro Italia, Onorato Informatica Srl ha offerto il proprio sostegno alla Croce Rossa Italiana impegnandosi a donare una parte del ricavato dalle vendite del servizio Data Protection Officer (DPO) per sostenere le vittime della tragedia che ha colpito il centro Italia.

Ricordiamo che, in base alla nuova normativa sulla privacy entrata in vigore nel 2016, ogni medico è obbligato a norma di legge a nominare un Data Protection Officer (DPO) che si dovrà occupare della sicurezza informatica dello studio medico e della tutela dei dati sensibili e sanitari. Farlo in questa occasione permetterà al medico di adempiere a un obbligo normativo, portando, al contempo, il proprio contributo alle vittime di questa tragedia che si è abbattuta sul nostro territorio.

Al fine di massimizzare il numero di partecipanti alla raccolta fondi, abbiamo deciso di applicare uno sconto importante a tutti i medici che aderiranno al servizio entro il 30/09/2016.

Inoltre, grazie all’accordo tra Onorato Informatica e la Croce Rossa Italiana, ciascun medico avrà la possibilità di portare il proprio contributo alle vittime del terremoto dello scorso 24 Agosto 2016.

Come funzionerà il sostegno?
Per tutti medici che aderiranno al servizio DPO entro il 30/09/2016, Onorato Informatica Srl devolverà una intera mensilità alla Croce Rossa Italiana.

Quando avverrà la donazione alla Croce Rossa?
Gli accordi presi con la Croce Rossa Italiana prevedono che la donazione avvenga in un’unica soluzione entro il giorno 10/10/2016.

I medici sostenitori avranno visibilità?
Si, la nostra idea è quella di dare visibilità ai dottori che aderiranno al servizio sostenendo le vittime del terremoto attraverso un comunicato web ufficiale da parte della nostra azienda.

Quale importo di donazione vogliamo raggiungere?
Il nostro obiettivo è arrivare a donare 10.000€. Chiediamo, pertanto, il massimo sostegno da parte dei nostri clienti, ricordando che ogni medico deve obbligatoriamente nominare un proprio DPO. Farlo adesso permetterà di adempiere a un obbligo di legge, facendo del bene alle famiglie colpite dal sisma.