sicurezza informatica fase 3

Inutile nasconderlo a noi stessi e a voi: da marzo 2020 i delicati equilibri informatici del nostro paese sono stati letteralmente travolti dall’effetto Covid-19.

Qualsiasi settore dell’economia mondiale ha toccato con mano gli effetti devastanti di questa pandemia e la sicurezza informatica non è stata da meno. Nel più breve tempo mai registrato, le aziende italiane si sono trasformate in vere e proprie industrie 4.0: certo, non con poche difficoltà.

Ecco per quale motivo, il SOC Security di Onorato Informatica ha tenuto traccia dei cambiamenti informatici che si sono verificati negli ultimi mesi e quali conseguenze hanno generato.

Ma soprattutto, oggi siamo in grado di dirvi quali sono le strategie cyber security più utili per far fronte a questa nuova e tanto attesa Fase 2 (ormai Fase 3).

VPN

A febbraio buona parte delle aziende ha adottato i primi sistemi di smart working o lavoro da casa. Questa nuova tendenza si è tramutata in crescita esponenziale di richieste per servizi VPN.

Computer di casa connessi in brevissimo tempo ai computer del’ufficio. Un’ottima soluzione per non fermare le aziende durante emergenza. Ma siete sicuri che questo intervento non programmato, non abbia provocato danni alla sicurezza dei vostri sistemi?

crescita vpn italia

E-commerce

Se da un lato i negozi fisici hanno obbligatoriamente chiuso i battenti, le aziende hanno fatto ricorso ai siti di e-commerce. Con grande soddisfazione per software house e web agency, ad oggi, si registra una crescita del +178% . Inoltre, il blocco della circolazione hanno certamente determinato di conseguenza un incremento del traffico internet verso shop online.

Questa nuova tendenza ha fatto sì che la mole di dati sensibili degli utenti in circolazione crescesse a dismisura. Sappiate anche, che gli hacker hanno saputo sfruttare questo trend.

crescita e-commerce italia

Siti e Applicazioni web infetti

L’aumento del traffico internet ha indubbiamente spinto gli hacker di tutto il mondo a sfruttare l’emergenza Covid-19 al fine di incrementare la percentuale di vittime da colpire. Questo è stato possibile anche grazie all’aumento di siti web infetti a tema corona virus: +8% in Italia.

Questi siti vengono sfruttati principalmente per perpetrare attacchi phishing o diffondere malware. Le vittime di questi attacchi sono quasi sempre gli utenti che lavorano in smart working: il rischio è tangibile se si pensa che queste pratiche rischiano di mettere a repentaglio non solo la sicurezza dell’utente ma anche la sicurezza della rete alla quale è connesso.

corona virus siti web infetti.PNG

Campagne Spam

Il tema Corona virus è la principale fonte che permette alla diffusione delle campagne spam degli ultimi 3 mesi: aggiornamenti sul numero dei contagiati, nuovi farmaci anti covid, raccolte fondi per il settore sanitario e persino promozioni e super sconti da parte delle principali catene di supermercati del paese. Tutto materiale fake e ingannevole diffuso su larga scala.

In poco più di due mesi sono state registrate oltre 230.000 campagne spam (di cui il 6% rivolte agli utenti italiani). Anche in questo caso, le spese più gravose si sono addossate sulla sicurezza delle reti aziendali.

L’Italia è il quarto paese al mondo per quantità di spam ricevuto dagli utenti.

Ransomware

Ransomware o virus del riscatto? Anche i Ransomware sono diventati più popolari nel 2020, in particolare nei mesi del Corona virus la loro attività si è intensificata, fino a toccare il +148%. La tendenza alla crescita resta tutt’ora elevata e il loro interesse si concentra verso il settore finanziario e sanitario.

Abbiamo già trattato di crescita ransomware corona virus nel nostro articolo su CovidLock.

crescita ransomware covid 19

Computer a rischio

I computer sono insieme elemento critico per la sicurezza e garanzia di continuità lavorativa.

In questi mesi le aziende che hanno introdotto sistemi di telelavoro hanno complessivamente consentito ai dipendenti l’uso dei computer personali e la connessione di questi ultimi alle reti aziendali. Se da un lato questo sistema ha garantito la continuità operativa degli utenti, dall’altro non ha fatto altro che ampliare la superficie di attacco disponibile per hacker e virus.

Tendenza cyber crime dopo il Covid 19

L’allarme cyber crime è destinato a diminuire con la fine della quarantena?

Onorato Informatica ha stimato quali saranno le abitudini dei criminali informatici post Covid-19 con l’obiettivo di trovare soluzioni rapide e utili per le aziende italiane che vogliono mettere in sicurezza i propri sistemi informatici.

Cari imprenditori, mettetevi l’animo in pace, le minacce informatiche nei confronti della vostra azienda non diminuiranno con l’inizio della Fase 2.

Questa pandemia ha dato il via ad un cambiamento radicale per le aziende e le ha esposte ad un nuovo e più concentrato rischio cyber crime. Le nuove tecnologie di smart working, VPN, video conferenza e comunicazione da remoto devono essere integrate e riconosciute quanto prima come parte integrante del sistema informatico aziendale e con esso, protette.

Vulnerability Assessment post Covid-19

inps vulnerabilità sito web

Vi abbiamo brevemente parlato delle 4 tendenze che mettono in pericolo la vostra cyber security nel post Corona virus. E dunque ora ci domandiamo:

Come prepararsi al rientro in azienda in sicurezza?

Per le aziende che in questo periodo hanno introdotto dei cambiamenti al sistema informatico consigliamo di effettuare un Vulnerability Assessment quanto prima. Un buon check-up dell’intera rete aziendale interno ed esterno consentirà ai vostri tecnici di avere una chiara visione dei punti deboli dell’infrastruttura informatica alla luce di quello che è stato introdotto per far fronte all’emergenza Covid-19, in fretta e furia.

Grazie ad un Vulnerability Assessment potrete pianificare da subito gli interventi di sicurezza per ripristinare la protezione del sistema informatico.

L’attuale situazione ha cambiato l’assetto della tua rete aziendale?

Contatta Onorato Informatica per effettuare un check-up di sicurezza della rete post Covid-19. Scopri quali sono i nuovi punti deboli della tua infrastruttura informatica aziendale.

Onorato Informatica è un’azienda di sicurezza informatica di Mantova specializzata in Vulnerability Assessment e Penetration Test da oltre 15 anni.

Siamo certificati ISO 9001 e ISO 27001.

CONTATTA ONORATO INFORMATICA